Gente Straordinariamente Comune

Gente comune, gente straordinariamente comune, donne e uomini che, in una società quasi del tutto priva di valori etici, si sforzano di “fare la cosa giusta”.
Ma qual’è la cosa giusta da fare?Su questo ci siamo interrogati più volte ma nessuno è ancora arrivato alla risposta definitiva. E’ cercare una soluzione individuale,cercando di fare un lavoro giusto ma in qualche modo isolandosi dalla società  e dalle problematiche del territorio?Oppure stare dentro la società con tutte le contraddizioni che ne conseguono ma portando avanti le battaglie necessarie alla sua trasformazione?O è cercare di costruire un modello di economia solidale che però ricalca i metodi tradizionali di compravendita imposti dal mercato?Rispondere è difficile forse perché la soluzione non esiste,in una società giusta qualsiasi attività è la cosa giusta,in una società dominata dal denaro e dalla necessità(anche se minima)di possederlo, ogni  tentativo può apparire vano.
Di certo però sappiamo cosa è sbagliato,sbagliato è arrendersi,cedere alle logiche imposte dal mercato,non sperare più che un cambiamento sia possibile,non avere più fiducia nella cooperazione e nella solidarietà.
Contro questa apatia mentale e fisica si muovono i GAS, i comitati di lotta, le associazioni e tutta quella “gente straordinariamente comune” che ogni giorno si sforza di salvare un pezzetto di territorio dalla devastazione e dalla cupidigia dei poteri forti.
Ognuno di questi personaggi ha la sua anima,il suo modo di pensare,i suoi pregi e i suoi difetti ma ciascuno di loro crede fortemente in quello che fa e affronta con tenacia  mille difficoltà e ostacoli causati da un sistema che tende ad annientare il piccolo a favore dei grandi,da un territorio aspro e abbandonato da anni all’incuria e spesso anche dalle avversità naturali,capaci di distruggere in un attimo il lavoro di anni.
Abbiamo voluto trascrivere le testimonianze così come sono state registrate,senza filtri o tentativi di interpretazione,ognuno, se avrà la pazienza di leggere attentamente,si accorgerà che spesso i problemi sono gli stessi per tutti così come le gioie e le soddisfazioni e che da questa lettura si può ricavare un quadro generale  delle problematiche del nostro territorio.
 Il lavoro di ricerca è appena iniziato,questa galleria di personaggi è solo il primo passo di un percorso che ci auguriamo non finisca mai, che può estendersi anche ad altre realtà e ad altri territori,noi abbiamo cominciato ma ci auguriamo che anche altri collaborino affinchè l’elenco diventi sempre più lungo
gente straordinariamente comune è anche su fb

GIULIETTA MULINI La Cresta del Pino Solitario, Ponzanello (Fosdinovo)
NICOLA FACCINCANI BioAgriturismoVegan Ortolano, Fivizzano (Massa)
MAURIZIO ZINI E DANIELA GAMBINO Le Piccole Erbe, Casa Berretta, 32, Varese Ligure
SONJA PARIGGER Azienda Agricola La Volpara, Veppo (Rocchetta Vara)
FAMIGLIA BINI Azienda Bini, Via Rubiano 19, Sarzana
CINZIA E ANTONIO IACOVINO Azienda Agricola L' Orto Bio, via Fontananera, 100 (Sarzana)
AZIENDA AGRODOLCE di Elena Panei - Ponzano (Santo Stefano Magra) 
MENCONI MARCO   Via del Maggiore 8 Castelnuovo Magra 19033 Castelnuovo Magra (SP)  
TERRE DELLA LUNA di Alessandro Vignali, via Isola Alta 55 -Ortonovo (SP)
AZIENDA AGRICOLA L'ISOLA, Codiponte, Casola in Lunigiana (MS)
SOCIETA' AGRICOLA SAN PAOLO - Srada per Sant'Andrea 83 - Santa Lucia - Medesano
I PRODUTTORI DEL CRITICAL WINE DI MONTARETTO



pubblichiamo come contributo il lavoro di Genevieve Marotel del GAS L'Orbaco, un'attenta indagine sui produttori biologici del territorio e le loro problematiche

3 commenti:

  1. complimenti a tutti i fotografi dei gas!!!!!

    RispondiElimina
  2. ciao io con la mia compagna produciamo saponi naturali, creme, profumi, oleoliti e burrocacao tutti realizzati con prodotti bio, siamo in Val di Vara nel comune di Sesta Godano (SP) in localià Rio, chiediamo di poterci presentare al vostro GaS.
    scrivetemi per dirmi come fare, quando vi trovate ?
    la mia mail è popnogas@gmail.com
    saluti solari
    marco

    RispondiElimina
  3. Ciao ragazzi/e, ci sono anche io! Che voglio coinvolgermi di più in questo fantastico progetto! Qualcuno ha contattato ed è già andato da Marco?
    Quando andiamo a Montaretto?
    Abbracci solidali
    Gilda

    RispondiElimina